Visualizzazioni totali

martedì 18 aprile 2017

La Storia Dei Goatlord: Il Duplice Omicidio e Il Suicidio Di Frankulin

"Il Metal di qualità non è intellettualismo o virtuosismi, per molti versi rappresenta un rifiuto di tali convenzioni adottate dalla musica mainstream"

I Goatlord furono una band americana di Las Vegas formatasi nel 1985.
I membri della band furono il chitarrista Joe Frankulin, il vocalist Ace Still e il drummer Jeff Nardone.
Da un punto di vista musicale anticiparono la corrente Black Metal norvegese, visto che le principali influenze erano Venom ed Hellhammer.
Non c'era spazio per tecnicismi di sorta, anche se il sound con il passare del tempo subì un'evoluzione diventando una mistura di Death Metal con spruzzate di Sludge e Doom.
I testi della band, neanche a dirlo, sono blasfemi ed inerenti riti satanici e messe nere.
La band, a suo dire, abusava di droghe e LSD: esse erano un elemento portante delle loro composizioni.
La perversione dei testi e le ritmiche nascevano proprio in questo stato.


DISCOGRAFIA
Sino al 1987 non pubblicarono nulla, poi fu la volta del primo demo (Demo '87) e di Sodomize The Goat l'anno successivo.
La band progressivamente rallentò il suono che diventò sempre più lento ed opprimente.
Finirono sotto i riflettori nel 1991 per aver ingaggiato Mitch Harris (Napalm Death) come nuovo vocalist per un breve periodo.
Harris registrò i brani per il loro album di debutto del 1991 (Reflections Of The Solstice), ma alcune tracce furono ri-registrate quando tornò il vocalist originario.
Il disco si presenta come un misto tra Thrash old school e rallentamenti Doom che assumono un aspetto ancor più aggressivo, complice anche la semplicità dei riff stessi.
Blood Monk, The Fog, Distorted Birth, Acid Orgy, Underground Church e Sacrifice sono, sotto certi versi, gli inni della band.
La produzione dà quel tocco freddo ed oscuro alle composizioni.
Basta ad esempio ascoltare The Fog e le sue ritmiche funeree.
Pur essendo un ensemble che rigettava la ricerca sonora, i riff di chitarra e le ritmiche sono ben curate, così come le linee vocali.
Nardone invece utilizzò una batteria elettrica.
Quando nel 1991 la Turbo Germany rilasciò il disco, il mondo dell'underground fu rapito da queste sonorità e, nonostante le recensioni negative delle riviste specializzate, il gruppo riuscì a conquistarsi il suo pubblico.
L'etichetta "pagò" il gruppo con delle copie del disco (una copia in LP, CD e musicassetta per membro) e nient'altro, e i ragazzi, inizialmente intenzionati a far causa, incassarono il colpo e si misero subito al lavoro.
Ad ogni modo questo disco viene venerato nei circuiti underground e considerato di "culto".
Dopo aver firmato un contratto con la Turbo America, il gruppo torna in studio per ri-registrare il disco (che verrà rilasciato con il titolo Goatlord nel 1992) e si lancia in un tour nel deserto del Nevada, che costringe la band ad utilizzare dei generatori portatili.
Per via di tensioni tra i membri, il gruppo si sciolse nel 1997.
Nel 2007 la Nuclear War Now Productions pubblicò The Last Sodomy Of Mary.
Questo album contiene 9 canzoni che sono state registrate dopo il disco d'esordio, ma erano rimaste inedite fino ad allora.
La versione LP contiene un secondo vinile con 7 tracce aggiuntive inedite più materiale dal vivo.
Nel mentre Frankulin gestì il sito truce/gore/splatter bloodshows.com


IL DUPLICE OMICIDIO E IL SUICIDIO DI JOE FRANKULIN
Il chitarrista Joe Frankulin cercò di riformare la band nel 2014 ma non riuscì nell'intento perchè il batterista Nardone aveva paura di volare quindi non prendeva aerei.
Ma tutto questo passò in secondo piano, rispetto agli atti orribili di cui da lì a poco Frankulin si renderà protagonista.
I vicini raccontavano che Frankulin nelle ultime settimane aveva iniziato a vendere tutti i suoi averi e a barricarsi in casa sua.
Nessuno sospettava quello che stava per succedere, la cosa certa è che negli ultimi tempi era sempre più "ombroso" ed "oscuro".
E con panni visibilmente sporchi.
Asserragliato in casa, la polizia più volte cercò di convincerlo ad uscire.
La casa era di proprietà della madre, morta nel 2007.
Di lì a poco Frankulin ucciderà la 39enne Jennifer Donoso (sua vicina di casa) e poi rapirà suo figlio di 8 anni Lex, anche lui ucciso, prima di togliersi la vita con un colpo di pistola.
La polizia riuscì ad entrare nel garage dove troverà il corpo di Frankulin e del bambino.
Sul garage la scritta "I Love You Baby"
A seguito di questi eventi terribili calava il sipario, in modo definitivo, su una band che in un certo senso aveva anticipato il sound Doom/Sludge degli anni 90.
Il loro unico sito ufficiale (una pagina di MySpace) è anch'essa defunta, dopo la morte di Frankulin.

Nessun commento:

Posta un commento